SicurezzaCuriosità

FB e privacy

Non mi sono mai iscritto a Facebook.
Forse per una forma di snobismo o perchè preferisco usare meglio il mio tempo on-line, o semplicemente perché non mi fido.

Facebook è nato come utile servizio per ritrovare vecchi amici, compagni di scuola o ex colleghi. L’idea alla base è interessante. Ma bisogna capire che il social network è progettato per condividere i dettagli della tua vita.
Uno pensa che li renderà pubblici solo a pochi amici ma non sa che li rende pubblici a tutti. E molti sono tentati di condividere troppo della propria vita senza capire che internet è “per sempre”. Per esempio, lo sai che diventi un target per il marketing in base a quello che dici su facebook? O peggio, ti sembra saggio fare conoscere al mondo intero che stai per per andare un mese al mare (lasciando vuota e incustodita la tua casa…)?

Non mi piace poi il modo in cui FB tratta la tua privacy. Il presupposto è che all’iscrizione tutti i tuoi dettagli sono pubblici.
Dopodichè sì, puoi impostare la tua riservatezza, ma devi navigare tra 50 impostazioni con più di 170 opzioni!!!!!!
Un groviglio che somiglia ad un incubo, un rompicapo capace di mettere a dura prova anche il più tecnologicamente capace. Quante persone secondo voi sono in grado di configurare correttamente una cosa così complicata? L’utente medio di FB è un esperto di internet o un laureato in informatica? E quanti secondo voi hanno la consapevolezza che le proprie informazioni possono essere usate a proprio detrimento?

Ci sono due modi di trattare la propria privacy su FB.
Uno è di passare attraverso il rompicapo delle impostazioni.
Oppure, fate a modo mio …non mi sono mai iscritto.