Qashqai 2014Tecnologia

Qashqai 2014, le tecnologie

A prima vista rimani interdetto: sparito il look spartano e similSUV della plancia di prima generazione, ora ti sembra di salire su una berlina di altra categoria. L’attenzione è subito attratta dalla soffusa illuminazione ambra che avvolge il cambio e dalle finiture lucide del cruscotto, completamente ridisegnato. Ti accorgi che ci sono ben due display, oltre a quello centrale da 7” del NissanConnect, ce n‘è anche un secondo da 5”, integrato nel quadro strumenti. Ok, pensi, è semplicemente il solito computer di bordo, niente di che. E invece…

Il quadro strumenti

L’ingegnere ti spiega che è un quadro fra i più sofisticati sul mercato. Con un comando al volante ruoti tra ben 12 grafici a colori. E lì, sotto il naso, hai tutte le segnalazioni che ti servono. Consumi, velocità media ed effettiva, le indicazioni di percorso del navigatore, la musica che stai ascoltando, le funzioni del Safety Shield. Insomma, tutte le informazioni utili alla guida, compresi consigli di ecoguida, distribuzione della coppia in modo 4WD e controllo del telaio.
Con alcune chicche: il riconoscimento dei segnali stradali, lo stato di pressione degli pneumatici (davvero utile) fino alla possibilità di personalizzare il display con i colori della tua carrozzeria. Da restare a bocca aperta.
Puoi inoltre impostare una infinità di parametri, dall’illuminazione alla chiusura centralizzata, alla sensibilità dello sterzo, fotosensibilità automatica, azionamento dei tergicristalli e chissà cos’altro.

Safety Shield

La Nissan ha dichiarato di voler produrre entro il 2020 veicoli a guida autonoma, eliminando il rischio di incidenti. Nel tragitto verso questo ambizioso obiettivo è stato deciso di dotare Qashqai di tutti i più moderni sistemi di ausilio alla guida sviluppati sinora dalla Casa sotto il cappello di Nissan Safety Shield.
Qui di seguito vediamo nel dettaglio di che si tratta, e per non sbagliare riportiamo il materiale fornitoci durante l’evento di Londra:

Sistema anticollisione frontale

Questo sistema anti-collisione esegue una scansione radar del tratto di strada davanti al veicolo per offrire tre diversi livelli di assistenza: inizialmente, emette un allarme acustico per segnalare il progressivo avvicinamento all’auto che precede Qashqai. In caso di mancata risposta da parte del conducente, il sistema applica parzialmente il freno e, se la distanza continua a diminuire, provoca l’arresto del veicolo.

Rilevamento colpo di sonno, stanchezza e/o distrazione del guidatore

Il nuovo Qashqai è in tale sintonia con il conducente da capire quando il suo livello di attenzione non è ottimale. Dopo aver analizzato lo stile di guida per 10 minuti, Nissan Safety Shield controlla i movimenti dello sterzo, visualizzando una spia sul cruscotto non appena diventano incostanti. In questo modo, il conducente saprà quando è il momento di fare una pausa.

Riconoscimento segnaletica stradale

Per viaggiare in totale sicurezza e rispettare il codice della strada, il nuovo Qashqai dispone di una telecamera anteriore che rileva e mostra automaticamente i segnali dei limiti di velocità. Il sistema funziona in tutta Europa, indipendentemente dalla segnaletica di ciascun Paese, e riporta due valori distinti per i paesi in cui vige un doppio standard a seconda delle condizioni meteorologiche e, quindi, del manto stradale (asciutto o bagnato).

Avviso cambio di corsia involontario

Utile in modo particolare sulle strade a corsie multiple, il sistema di Avviso cambio di corsia involontario segnala eventuali deviazioni dell’auto rispetto alla corsia di marcia. Il computer di bordo rileva anche la segnaletica orizzontale più sbiadita, “intuisce” se Qashqai sta deviando dalla direzione voluta senza segnalarlo e avverte immediatamente il guidatore perché ritorni in carreggiata.

Sistema di copertura degli angoli ciechi

Questo sistema sfrutta la retrocamera dell’AVM per individuare i veicoli che si trovano nell’angolo cieco degli specchietti retrovisori, su entrambi i lati di Qashqai. La presenza di eventuali veicoli viene segnalata da una spia luminosa integrata nel vetro del retrovisore esterno, sul lato corrispondente. Se il conducente attiva gli indicatori di direzione per cambiare corsia, ma il sistema rileva una potenziale collisione con un veicolo che sta sopraggiungendo, la spia lampeggia accompagnata da un allarme sonoro.

Sistema di allerta oggetti in movimento

I sensori di parcheggio anteriori e posteriori inviano segnali acustici e visivi sul quadro strumenti del cruscotto per orientare il conducente durante le manovre. Inoltre, Qashqai è dotato di una versione avanzata di Around View Monitor, il ben noto sistema di ausilio al parcheggio con visuale aerea a 360°. Se il veicolo è fermo e un oggetto entra nell’area coperta dalle quattro telecamere, il sistema emette un allarme acustico ed evidenzia il punto interessato dall’ostacolo. La telecamera posteriore dell’AVM, montata sul portellone e dotata di una lente convessa, offre una visuale molto ampia – superiore a 180° – dell’area dietro il veicolo. Le immagini vengono trasmesse sul nuovo, ampio schermo da 7” di NissanConnect ad alta definizione.

Regolazione automatica dei fari abbaglianti

Gestita da una telecamera ad alta risoluzione e un software avanzato, la nuova funzione di regolazione automatica dei fari anteriori evita al conducente di dover disinserire gli abbaglianti alla comparsa di un veicolo che viaggia in direzione opposta al senso di marcia o che precede e mantiene un’illuminazione perfetta anche sulle strade più buie.

Altre funzioni high-tech

Oltre al pacchetto Safety Shield ci sono ancora altri aspetti avveniristici del nuovo capitolo Qashqai. Nissan ripone una tale importanza sul rinnovato Crossover da dotarlo di ulteriori contenuti tecnologici altrettanto avanzati:

Sistema di controllo del telaio

Nato dall’esperienza maturata da Nissan nello sviluppo della supercar GT-R, il sistema di controllo del telaio ottimizza il comfort di marcia e la tenuta di strada simulando la funzionalità di un differenziale a slittamento limitato. Mentre il sistema VDC (Vehicle Dynamic Control) corregge le brusche perdite di aderenza, il sistema Nissan di controllo del telaio agisce anche a forze e velocità ridotte, impostando la traiettoria di Qashqai in curva per mantenere una guida fluida e dinamica. In più, sui fondi stradali irregolari, l’impianto frenante agisce sulle singole ruote per mantenere un controllo più stabile sulla scocca e assicurare un viaggio piacevole agli occupanti.

Sistema di assistenza al parcheggio

Il sistema di assistenza al parcheggio misura automaticamente le dimensioni dei posteggi a S e richiede solo 80 cm di spazio in più rispetto alla lunghezza di Qashqai per parcheggiare l’auto in tutta sicurezza, lasciando al conducente l’unica incombenza di seguire le istruzioni a video e controllare la direzione di manovra. Grazie alla vista aerea dell’AVM, la funzione agevola anche i parcheggi a pettine.

Around View Monitor (AVM)

Già presente per la prima volta sul Qashqai 360, il sistema AVM ora lavora in concerto con le funzioni del Safety Shield, andando oltre la normale funzione di assistenza al pargheggio con visuale aerea a 360°. Il sistema, come detto prima, è dotato di quattro telecamere, una anteriore, una posteriore e due laterali poste sotto gli specchietti, coprendo tutta l’area intorno al veicolo e dispone ora di un software di seconda generazione. Le immagini vengono visualizzate sull’ampio display touchscreen di 7” del NissanConnect in alta definizione.

Ma che succede quando si sporca l’obiettivo della telecamera? Il Product Manager ci spiega che un sensore, quando rileva fango o sporco, aziona uno spruzzo di acqua ad alta pressione, seguito da un getto d’aria che asciuga l’obiettivo. Notevole!

Nuovo NissanConnect

Fedele alla sua vocazione pionieristica, Qashqai sarà il primo modello a montare l’ultima versione del sistema NissanConnect, col suo usuale display touchscreen di 7” in alta definizione.
Oltre a visualizzare le immagini delle telecamere, il sistema funge da navigatore e infotainement.
Il nuovo GPS di Nissan dispone di mappe in 3D di 20 città europee e aggiornamenti sul traffico in tempo reale. La versione aggiornata garantisce la massima connettività con gli smartphone, per restare sempre in contatto con il mondo quando si è in viaggio.
Il sistema può accedere ai punti di interesse forniti da Google che ti indicano i posti migliori della città, dai ristoranti ai parcheggi, alle stazioni di servizio più convenienti. Con Send to Car si potranno pianificare gli itinerari comodamente sul proprio PC o iPhone per poi inviarli al NissanConnect.
Sono presenti un paio di app di musica (Pandora e iHeartRadio), social networking (per chi non può fare a meno di facebook), intrattenimento e viaggio, accedendo ad informazioni meteo, costi dei carburanti, info sui voli, sport e notizie.
Un paio di spazi vuoti nell’interfaccia fanno pensare alla possibilità di caricare altre app nel NissanConnect. Non ho capito se ciò sarà possibile, come pure non ho visto un browser integrato.

Personalmente avrei preferito sentire qualche accenno alla potenziale integrazione con iOS in the Car di Apple, considerato che Nissan è tra i manufacturer intenzionati a introdurre questa funzionalità nel 2014. Dimenticavo che siamo ancora nel 2013, quindi la mia è solo una pia illusione. Sarebbe stato chiedere troppo, considerata la valanga di hi-tech già offerta e che il risultato di oggi è frutto di un progetto verosimilmente partito da anni.

Sono previsti infine anche la connettività bluetooth con il telefonino, gli ingressi Aux-in e USB per collegare un iPod od un lettore Mp3 e una radio DAB (Digital Audio Brodcasting) con tutta la qualità della radio digitale.
Finalmente è disponibile lo streaming audio Bluetooth che potenzialmente apre nuovi orizzonti a nuove funzionalità, al di là dell’ascolto di musica dal cellulare.

In conclusione, una messe di alta tecnologia concentrata in un veicolo di segmento C e non di lusso, che lascerà stupefatto l’utente medio (chissà quanto tempo servirà solo a leggere le istruzioni) e farà felici i geek tra di noi.

Se le promesse di prezzi in linea con gli attuali verranno mantenute, la concorrenza avrà davvero da preoccuparsi.