EventiForum

Oh happy QQ Day

Da dove cominciare il racconto di questa nuova avventura a lieto fine ?
Privilegiando sempre gli aspetti umani delle vicende, sicuramente dal grande spirito di aggregazione, condivisione e divertimento che animano una larga parte dei partecipanti al Forum Qashqaimania, un gruppo nato verso la metà del 2007, costruitosi intorno ad un’auto di successo e consolidatosi nella comune volontà di conoscersi.
Il primo QashqaiDay, tenutosi ufficialmente il 17 Ottobre 2010 nel cuore della Toscana nasce così, dalla ferma volontà di Giampiero e Matteo, i padri fondatori del forum e coadiuvati dagli altri componenti lo staff, Luca, Massimo e Roberto.

Pisa, nel cuore dell’Italia, una “location” a mezza strada (o giù di lì) dello Stivale, dove far convergere le nostre auto e i nostri sogni.
Anche se il sogno a volte dista un migliaio di chilometri di sola andata; bazzeccole per Marco, Giovanni e rispettive consorti, Siciliani D.O.C. e per Antonio, dalla più “vicina” Puglia e per Tania dall’estremo del NordEst; del resto il QQ è anche un’auto da lunghi viaggi, da farsi sempre senza fretta.
Più della metà dei partecipanti, viste le distanze da percorrere (ma forse anche per l’ansia dell’incontro), si sono ritrovati già nella giornata di Sabato, accolti in Piazza dei Miracoli da un cielo plumbeo e da previsioni meteo poco incoraggianti.
Per non farsi mancar nulla, si è quindi cominciato a socializzare già il sabato sera: meglio non perder tempo, ben sapendo che ci sarebbe sfuggito ad ogni sguardo; una bella mangiata poi non è mai banale, specie se condivisa con le persone giuste, condita con alimenti appropriati ed innaffiata da quanto si possa mescere dagli otri (e dalle riserve personali portate appresso).
A notte fonda e sotto un diluvio pazzesco, tutti a dormire; preparate ombrelli e KWay ragazzi, a domani.
Domenica 17 Ottobre: ore 09,00.
Beh, non è neanche così fosco il cielo; che si sia impietosito di tanto entusiasmo e voglia regalarci qualche squarcio di azzurro ?
Ammassamento alla Concessionaria Nissan Brogi & Collitorti di Pisa per le procedure di partenza, schedatura, gadgets, colazione e breefing; qui conosciamo altri amici appena arrivati e finalmente Paolo.
Paolo59 (questo il nickname col quale si presentò a noi) è il boss dell’ associazione onlus R.O.R. (Rescue Off Road) che fondata nel 2009 si occupa di operazioni di Protezione Civile e collabora all’organizzazione di varie manifestazioni tipo la nostra per sostenere l’associazione stessa.
Ci ha preparato un bel percorso tra le colline tra Pisa e Firenze, con sosta a Lajatico, presso l’affascinante anfiteatro del “Teatro del Silenzio”, Pontedera e Montaione; stradine interne poco battute e Off Road leggerissimo, adatto a tutti i nostri mezzi; anche se il Perozzi avrebbe gradito qualcosa di più estremo.
Pranzo conviviale di tutta la truppa in quel di Montaione dove i circa 30 drivers intervenuti (ma con amici e parenti sfioravamo le ottanta presenze) hanno dato riposo alle auto ed azionato le mandibole, ma più che altro le macchine fotografiche per immortalare un piccolo pezzo di storia di noi Qashqaisti “doc”.
Anche quel giorno di macchine si è parlato pochino; ritrovarsi “vis à vis” senza monitor e senza tastiera di mezzo è un’emozione che non andava sciupata discorrendo ti tuning leggero o estremo , difetti e problemi.
Nel frattempo il sole aveva fatto finalmente la sua scelta; era un peccato che se ne stesse nascosto ed ha illuminato auto impolverate, visi sereni e amici purtroppo già sulla via del ritorno.
Perchè le cose semplici sono le più belle, come diceva il Santo Patrono d’Italia, ma purtroppo a volte sono anche le più fugaci.
E sotto coi saluti, col fondato timore di aver trascurato qualcuno, con il pensiero di aver ignorato anche solo per un attimo delle persone che forse nemmeno ti capiterà di ritrovare; insomma, come già dissi nella precedente esperienza, gioia e tristezza che si fondono e ti confondono.

Dicessimo che è stato tutto perfetto non saremmo onesti con noi stessi; speravamo soprattutto che un maggior numero di amici si aggregassero alla comitiva, ma gli scopi principali della manifestazione sono stati tutti raggiunti.
Abbiamo conosciuto nuovi amici, rinsaldato rapporti precedenti e aiutato nel nostro piccolo un gruppo di amici (il Gruppo R.O.R. appunto) nel reperire qualche soldino sempre utile per le loro preziose iniziative umanitarie e sociali.
E so che ci sarà un’altra occasione per fare ancora di più, che qualcuno lavorerà con impegno disinteressato come in questa occasione anche in futuro; e magari anche “mamma Nissan Italia” ci onorerà un giorno di un suo ufficiale contributo alla manifestazione; sperarlo costa poco.
Chiudo con un ulteriore ringraziamento ai ragazzi dello staff già citati sopra, a Paolo, senza l’aiuto del quale tutto sarebbe stato molto più difficile e a tutti i “malati del forum” che ancora credono nell’amicizia e nello stare insieme.
E ci si incontra lì, fino alla prossima occasione.