AnticipazioniSicurezza

Maxi-richiamo shock: 40,9 milioni di QQ coinvolte!

Nissan sta per procedere ad una campagna di richiamo senza precedenti che coinvolgerà quasi 41 milioni di crossover, solo in Italia la bellezza di ben 1042014 QQ, vale a dire tutte le auto immatricolate tra il 2007 ed il 2013.

Che cosa è successo? Pare che alcuni chip contenuti in una scheda elettronica potrebbero surriscaldarsi in caso di accelerazioni troppo violente; se si danneggiassero farebbero accendere tutte le spie nel computer di bordo, inducendo nel veicolo una modalità gambero che taglierebbe radicalmente la coppia disponibile, inducendo il veicolo a procedere esclusivamente in retromarcia, inibendo il funzionamento di tutte le altre marce.

L’annuncio shock viene direttamente da Yokohama.
La Nissan ha precisato che si tratta di un richiamo preventivo e che nessun incidente è stato finora causato da questo potenziale difetto. Tuttavia nel nostro forum l’argomento è già ampiamente dibattuto e pare che solo la All-New Nissan Qashqai 2014 sia immune dal difetto.

A quanto trapela da fonti bene informate, l’intervento di richiamo consisterà nell’update di alcuni software, operazione completamente gratuita per il proprietario dell’auto che sarà contattato nei prossimi giorni con lettera raccomandata.

L’unico fastidio per l’utente sarà quello di raggiungere l’auto-officina più vicina, autorizzata all’intervento, ma procedendo a marcia indietro.

Tuttavia le Concessionarie si stanno già organizzando. Per farsi perdonare, al Cliente verrà offerta una tazza di sakè ed una colazione a base di sushi e sashimi espressamente fatti venire dal Giappone con consegna super veloce (il pesce crudo, si sa, deve essere necessariamente freschissimo).

L’idea iniziale di mandare uno chef giapponese in ogni officina pare sia stata accantonata per le difficoltà organizzative, l’irreperibilità di un alto numero di chef e per i problemi di lingua che ne deriverebbero.
Tuttavia Carlos Ghosn, presidente dell’alleanza Nissan Renault, non si è del tutto arreso all’idea. “Per quanto costosi possano essere, tali interventi devono essere presi senza battere ciglio, per salvaguardare l’immagine di sicurezza ed affidabilità del marchio“.
L’onore dell’impero giapponese dell’auto non ha prezzo.

Update: L’idea è talmente piaciuta a Sergio Marchionne che già sta pensando ad un richiamo di Fiat e Chrisler con merenda a base di sopressa veneta, pecorino con baccelli, bruschetta all’aglione e bicchierino di brachetto.

Update 2: Dalla Germania arriva la notizia che anche BMW, Audi e Mercedes faranno un richiamo in grande, tipo “Oktoberfest”, con tanto di wrustel, crauti, fiumi di birra e cori bavaresi.

Update 3: È chiaro che la news è un pesce d’Aprile. Ci sono caduti in pochi, ma hanno riso in tanti

Per ulteriori aggiornamenti seguite il forum di QQMania.