QQ Lounge BarCuriosità

La gogna dell'attesa

Per la prima volta nella mia vita, mi ritrovo nella straordinaria situazione di desiderare che l’estate finisca in un lampo. Non è per un’improvvisa intolleranza al caldo e non è per la prospettiva di una stagione lavorativa massacrante (che pure dovrò affrontare). Ma è, come molti immagineranno, a causa della mia Qashqai.

Se i tempi di consegna verranno rispettati, dovrò aspettare la seconda metà di settembre per entrarne in possesso. Una prospettiva che ora, di maggio, val bene un’esclamazione del tipo: “verso l’infinito… e oltre!”

Solo che io non sono Buzz Lightyear. A me questo grido di battaglia non dà conforto; dà solo l’esatta misura dell’enormità di tempo che ancora mi separa dalla mia agognata autovettura. Molti vivono questa stessa situazione, e tutti – chi più, chi meno – sono dei piagnoni indecenti come il sottoscritto. Basta! E’ solo una macchina, un assemblamento di plastica e metallo. E’ solo… il più incredibile e desiderabile insieme di componenti che l’intelligenza umana poteva partorire.

A peggiorare la situazione (come se già il fardello non fosse insostenibile) ci si mettono poi i “qashqaisti” al volante. Chi condivide il mio attuale stato d’animo sa bene che durante i nostri spostamenti in strada a bordo di auto prossime al pensionamento, nugoli di Qashqai del colore prescelto si materializzano dal nulla come se fossero attirati dalla frequenza sulla quale i nostri cervelli malati sono perennemente sintonizzati.

E, fateci caso, al volante si vedono solo facce felici. Sembra che chi le guida goda a passarci davanti. Una situazione penosamente grottesca, pari solo alle famose “polpette di bavaria” mangiate in faccia a un Fantozzi sotto dieta forzata.

Mi rivolgo dunque a quei fortunati che possiedono già una Qashqai. Siate più umani. Uscite in strada solo quando strettamente necessario. E quando lo fate, se mai doveste incontrare me o altri nella mia situazione, basta coi sorrisi. Fino a settembre voglio vedere solo facce tristi.
Vi prego!