RecensioniConfronti

Il defilé: esami di maturità per il Qashqai dopo il lifting

Il defilè

Avevamo lasciato l’”Urban proof mastered”, per gli amici il rifacimento, sulla soglia d’uscita di una notoria clinica di chirurgia estetica. L’allegro chirurgo volle giocare sullo sguardo, nel gruppo ottico posteriore, sulla calandra, sulle nervature, sul paraurti, nella griglia e sul frontale, sullo spoiler, sui deflettori delle ruote, nel vano motore, nel cruscotto, sul tunnel centrale, nell’illuminazione interna, sulle sospensioni, nel cambio, negli isolamenti, sul coefficiente aerodinamico, nella sicurezza, nel peso, nelle emissioni, nei colori e nelle dotazioni complessive.
L’opera venne ascritta all’arte. E l’arte, oggi, viene contemplata in corsia.

Abbiamo incontrato recentemente un vecchio dirigente amministrativo, da tempo inveterato cliente della Nissan e da tempo malato, “portatore sano” di Qashqai.
Dopo i saluti e gli elogi iniziali gli abbiamo prontamente domandato: “e allora, come va la tua fastidiosissima aterosclerosi”; “benissimo, molto bene”, ci ha risposto; “Ho cambiato la Qashqai…!”.

Traendo dai commenti che accompagnano, “medio tempore”, il corso blasonato del crossover della Nissan e i feedback di coloro che hanno goduto dei primi vagiti del lifting 2010, tentiamo di delineare quale sia il rinnovato valore dell’incrollabile intuizione della Casa Nipponica, che sappiamo, almeno nelle forme, è stata ampiamente mutuata, trascritta, plagiata, ricalcata, imitata, “echeggiata” dalle altre case automobilistiche mondiali, pur anche di alto bordo, e interessate alla nuova fascia di mercato ritagliata proprio dallo stesso “club des créateurs” presieduto dal rondoniano-libanese Carlos Ghosn.

Abbandonando il creatore per la creatura, l’impegno critico di rilevazione e di elaborazione dei dati ha conservato l’impulso astrattamente scientifico della ricerca, non omettendo mai di considerare che il piano di raccolta delle informazioni grezze meglio evince l’insoddisfazione parziale del cliente, esaltandosi in modo più evidente all’attenzione dell’interprete rispetto alla soddisfazione tipica che dovrebbe seguire l’acquisto di un qualsivoglia strumento che desideri o pretenda assolvere adeguatamente al suo scopo originario. Per questo nessuna conclusione è offerta circa la soddisfazione del cliente.

il defilè

il defilè

il defilè

il defilè

La base di analisi considera i forum generalisti che trattano esclusivamente di autovetture e quelli specifici sul modello di nostra lettura, in particolare, per quest’ultimo campione, l’interesse si è orientato al forum italiano di Qashqaimania, a quello omologo spagnolo, portoghese, francese, tedesco, ucraino e russo (ricordando che unica è la sede di produzione e di originaria distribuzione della Qashqai: Sunderland-Tyne and Wear, Inghilterra). Sono state assunte le frequenze maggiori (ordine progressivo delle repliche ai post e ordine decrescente di contatti) dei problemi di indole meccanica e tecnologica, oltreché le recensioni di breve e medio periodo dei possessori della Qashqai (old e new). La base di lettura per l’intensità qualitativa e per la seriazione è superiore a 4500 post utili.

L’elaborazione in punti dei dati raccolti offre una sintesi (dati derivati, che non sono né la somma, né la saltuaria verificazione) delle osservazioni e delle riserve che i neo titolari del “lifting” stanno opponendo all’automezzo.
Di converso, sono elencati i profili positivi che autonomamente o in continuità col vecchio modello sono riconoscibili dai giudizi degli attuali nuovi acquirenti.
Ai margini verranno considerate le irregolarità che adombrano l’uso di breve-medio periodo del crossover introdotto nel mercato italiano esattamente tre anni fa, con le prime consegne avvenute nei mesi di maggio e giugno.
Sono stati esclusi tutti quei problemi derivati da cattiva o inadeguata manutenzione, dallo scorretto uso dell’autoveicolo, dalla mancata osservanza delle naturali norme che si accompagnano al possesso del mezzo di trasporto, così come indicato nelle avvertenze e nelle informazioni tecniche contenute nel libretto annesso alla documentazione della Qashqai.
La trasparenza e l’accessibilità ai dati sono garantite dalla semplice iscrizione ai forum considerati.
Al fine di evitare pregiudiziali effetti di visione dell’insieme (obiettivo dello studio), i punti sono disposti “senza alcun ordine di frequenza”, ma secondo una seriazione meramente casuale.

L’esame di maturità

Promossa

  1. Delineazione estetica migliorata (gruppo ottico, posteriore)
  2. Cruscotto e computer di bordo più funzionale
  3. Contenimento del prezzo
  4. Leggerezza, malleabilità di guida, ottima stabilità, piacevolezza di guida
  5. Ampiezza degli spazi interni, comfort e ambiente più piacevole
  6. Miglioramento dell’insonorizzazione e complessiva silenziosità
  7. Miglioramento di alcune plastiche, rivestimenti e assemblaggi (es. pedale frizione, cambio, ecc.)
  8. Miglioramento del gruppo delle sospensioni e dei pneumatici
  9. Soluzione del problema del FAP (in attesa di maggiori esperienze)
  10. Riduzione dei consumi (specie il 1.5 dCi), delle emissioni e aumento delle prestazioni

Bocciata

  1. Cofano scalibrato (assistito in garanzia o allineato pre-consegna)
  2. Non omologazione euro V (autunno 2010)
  3. Rigidità del cambio (casi più limitati rispetto all’old; in attesa di valutazioni di breve periodo)
  4. Incongruenza dotazioni dichiarate – dotazioni reali
  5. Fumo denso in avvio nel DCI
  6. Alcuni avvertono la persistenza di piccoli rumori parassitari (cruscotto, bagagliaio, serbatoio, tetto, sportello)
  7. Connect migliorabile e aggiornamenti cartografici obsoleti (rinviato a settembre)
  8. Mancanza di ingresso USB e ruota di scorta di serie (solo ruotino)
  9. Alcune parti (esterne ed interne) già corrose dalla ruggine in sede di consegna
  10. Data di consegna


L’old model rimandato nuovamente a settembre

Si segnalano alcuni problemi che, pur oggetto di interventi in garanzia, potrebbero esondare dalla stessa tutela o perché è spirato il termine di copertura o perché la soluzione non è conosciuta o non voglia intervenire l’auto-officina autorizzata, malgrado la contezza del pregiudizio (altre questioni, deriva a destra, perni difettosi, piantone dello sterzo, collegamenti precari, ecc. sono stati da tempo superati, già in sede produttiva).

  1. Ossidazione, ruggine e corrosione celere di alcuni componenti interni del vano motore, del piano inferiore della piattaforma e dei dischi; scarsa protezione del motore
  2. Plastiche facilmente graffiabili o oggetto di disassemblamenti improvvisi; sedili agevolmente usurabili (anche quelli in pelle); alcune vernici celermente usurabili;
  3. Allentamento delle ghiere interne ed usura celere di alcune tubazioni
  4. Rigenerazione filtro DPF in bassi regimi (procedimenti legali in corso)
  5. Insonorizzazione di medio periodo e usura alcune componenti (volante, sedili, cofano, bagagliaio, portiera); vibrazioni e rumore del vento su alcuni veicoli oltre gli 80km; rumore metallico proveniente dal sistema di alimentazione (dCi); rumore parabrezza anteriore
  6. Fumi densi, accelerazioni, buchi e anomalie ai motori dCi, anche dopo molti chilometri; problemi alla valvola EGR e all’iniezione (soluzioni: riprogrammazione elettronica, sostituzioni in garanzia e pulizie)
  7. Perdite e consumo di olio inadeguato
  8. Deformazione ed usura celere dei dischi dei freni; celere usura degli pneumatici
  9. Ammortizzatori rigidi e o rumorosi; cambio rigido (generalmente tra la prima e la seconda)
  10. Frizione non cagionevole; Post vendita e assistenza non …. (risposte “default”)

Per informazioni più dettagliate in lingua italiana rinviamo alla comunità del forum di Qashqaimania (che tratta adeguatamente quasi tutti questi problemi) e agli altri siti generalisti di discussione sulle auto.
La Nissan Italia potrà intervenire liberamente, qualora riterrà di voler replicare in merito all’indagine da noi condotta (senza ulteriori controrepliche nel blog).

Si rinvia, da ultimo, al testo il labirinto, utile a comprendere la politica industriale e commerciale della Nissan Co. vincolata alla insopprimibile dialettica “utente-concessionaria-management”, necessaria al progressivo perfezionamento del livello di sviluppo tecnologico che interessa il metodo di elaborazione dei propri prodotti altamente innovativi ed avanzati.
Elevato permane il giudizio medio dei possessori della Qashqai che sono intervenuti nei forum internazionali sopra richiamati (rapporto 75 a 25). Non ancora molto puntuale è il servizio di assistenza post vendita.

(un ringraziamento per le foto del newQQ liberamente tratte da Mariana on flick-R)

Nota della Redazione: Questo post era stato originalmente scritto dall’amico Elpidio ma per gli strani motivi della vita l’autore aveva deciso di abbandonare drasticamente le sue attività nel web e l’articolo, incompiuto, era rimasto da allora in bozza. Abbiamo deciso ora, alla fine del 2016, di pubblicare comunque il post, lasciandolo sostanzialmente nella sua forma originale, con qualche editing tipografico. È un omaggio all’amico, alla sua prolificità ed alla sua grande capacità di scrittura, forse un po’ criptica, ma indubbiamente interessante nella forma e nei contenuti.